Home Ufm FM News Blockchain e BIM: questo matrimonio sa da fare?

Blockchain e BIM: questo matrimonio sa da fare?

6 min read
0
0
1,162
Blockchain_BIM

Blockchain e BIM? I piani nazionali volti a promuovere la trasformazione digitale dell’industria AEC in Europa e nel mondo, si concentrano ormai principalmente sull’adozione del BIM (Building Information Modeling). Il BIM è considerato come uno specifico workflow di project management atto a facilitare la gestione dei progetti attraverso un CDE (Common Data Environment) che altro non è che una piattaforma per condividere informazioni, identificare problemi e collaborare su soluzioni integrate.

Una nuova svolta per facilitare la trasformazione digitale del settore dell’architettura, dell’ingegneria e delle costruzioni oggi potrebbe essere la recente tecnologia Blockchain. Dimentichiamoci per ora tutte le possibili interazioni con il sistema Bitcoin e criptovalute in generale, ne discuteremo con calma quando sarà il caso.

Ma che tipo di supporto permetterebbe la Blockchain nel settore delle costruzioni?

Marco Bellini di Blockchain4Innovation, poco più di un anno fa, diceva che “Per spiegare la Blockchain occorre fare riferimento ad alcuni concetti che normalmente non presentano molti punti in comune tra loro: il concetto di fiducia prima di tutto e di community, e poi la crittografia, la trasparenza, la condivisione e la competizione nel raggiungimento di un risultato. A questi concetti si devono aggiungere l’immutabilità nel tempo dei dati e delle informazioni e la decentralizzazione. Tutti questi concetti e caratteristiche assieme consentono di dare vita a una innovazione potente e complessa, ma anche democratica e potenzialmente solidale.” – leggi QUI l’articolo completo.

Quindi? Come si può usare la Blockchain nel settore delle costruzioni?

Blockchain è un database diffuso (distributed ledger) con un sacco di caratteristiche che ben si adattano a entrare nella gestione del CDE di un workflow BIM e quindi in tutta la filiera delle costruzioni nell’era della digitalizzazione.

D’altronde un database integrato di informazioni su un intero progetto lo usiamo da anni (o almeno ne abbiamo di certo sentito parlare), è il COBie (Construction Operations Built Information Exchange).

Ma se parliamo di singolo progetto, possiamo anche parlare di una rete di progetti che magari si interfacciano e si scambiano informazioni; costruzioni, infrastrutture, servizi che comunicano tra loro.

Insomma è chiaro che l’argomento sfocia in tutto ciò che oggi chiamiamo “Smart Cities”.

Del collegamento tra il COBie e la Blockchain ne parla diffusamente da qualche anno la Helium Blockchain Alliance, un progetto open source che vuole proprio studiare il possibile rapporto tra la blockchain e il futuro innovativo del settore delle costruzioni verso le Smart Cities. @cobieblockchain.com

cobie blockchain

In una catena di blocchi ideale le squadre di progettazione, i produttori di materiali,elementi costruttivi e finiture, i costruttori e il cliente farebbero parte di una stessa rete Peer-to-Peer. Vogliamo dire che non sarebbe fantastico?

Blockchain ha dunque il potenziale per rivoluzionare il modo in cui gestiamo i progetti e tuttavia non è una soluzione immediata.

La ricerca sulla sua applicazione nell’industria AEC è appena iniziata e di fatto esistono ancora pochi riferimenti espliciti a questa tecnologia nei report di settore. La trasformazione digitale ha fatto sì che finora molte aziende abbiano semplicemente sostituito penne e regoli con computer e software CAD, manca ancora una vera cultura della digitalizzazione in tutta la filiera. Basti pensare che alcune aziende non hanno ancora le conoscenze su come implementare il BIM nei loro piani di sviluppo.

Senza dubbio però la combinazione di BIM e Blockchain può essere il catalizzatore per l’inizio di una rivoluzione. Ma seppure il potenziale impatto di Blockchain sull’industria AEC potrebbe essere innovativo, la comunità, così come affermano molti blog di settore, non è forse ancora pronta ad abbracciare il cambiamento. E l’inerzia al cambiamento è sempre stata il primo male di ogni rivoluzione.

Qui in Studio30 CreativEngineering continueremo a fare innovazione nel settore come abbiamo sempre fatto, quindi vi continueremo a tenere informati anche sugli sviluppi della Blockchain nel nostro settore.

E voi che ne dite? Avevato già pensato a un possibile approccio Blockchain nel settore?

Ilario Cagnazzo
CEO|BIM Expert
@Studio30 CreativEngineering

Load More Related Articles
  • revit 2020-1

    Novità Revit 2020.1

    Una nuova versione di Revit ad agosto? Ora che rilasciamo le funzionalità non appena sono …
  • SEO_fake

    Come evitare la disinformazione sulla SEO

    Di SEO ormai si parla tanto e ci sono ottime informazioni su tutti i canali informativi. M…
  • revit 2020

    Revit 2020: tante novità!

    Revit 2020 – Non si poteva che titolare in questo modo! Da dove comincio? Questa è s…
Load More By Redazione@Studio30
Load More In FM News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also

Novità Revit 2020.1

Una nuova versione di Revit ad agosto? Ora che rilasciamo le funzionalità non appena sono …